giovedì 28 giugno 2012

Sport alimentazione e pubblicità occulta, ma non troppo


Da tempo lo sport è contaminato da interessi economici più o meno manifesti.
Non è quindi strano che la cassa di risonanza fornita dalle  Olimpiadi  non sia utilizzata per promuovere una alimentazione più sana, anzi si mette in atto una manovra pubblicitaria atta a rafforzare l'associazione  SPORT - CIBO INDUSTRIALE



Le ricette proposte da oltre 2.000 addetti nei quattro ristoranti saranno le solite e i clienti (si calcola uno su quattro tra coloro che assistreranno alle gare) potranno abbuffarsi di Big Mac, patatine fritte, frullati iperdolci, crocchette di pollo fritte e dessert, con buona pace dei nutrizionisti che tentano di educare i più giovani a mangiare meglio, e con la sensazione di "essere sportivi".


Tornati a casa torneranno spesso a "nutrirsi" nella famosa CATENA per rivivere le emozioni "sportive" londinesi... invece, come dimostra questo "istruttivo" video, saranno per una volta ancora, stati "presi all'amo"



Nessun commento:

Posta un commento