lunedì 28 novembre 2011

Telefonini .... non sono un giocattolo


    Sei bambini su dieci usano il telefono cellulare !!                     



Il Consiglio superiore di Sanità ha finalmente preso posizione sulla necessità di evitare l'abuso della telefonia cellulare  almeno per i bambini

Già l' Organizzazione Mondiale della Sanità ( OMS ) aveva messo in guardia circa la possibilità di un effetto nocivo dei campi elettromagnetici di radiofrequenza (Wireless e telefoni cellulari )


Non è una novità, vari studi hanno da anni evidenziato che questa amata tecnologia presenta dei rischi, anche se nessuno ha finora certificato in modo definitivo ed inequivocabile che l'uso "normale" dei cellulari sia innocuo o pericoloso

Le  multinazionali e la potentissima industria che c'è dietro, sono in grado di finanziare studi "un poco" pilotati che tendano a tranquillizzare gli utenti.

Non si tratta di rinunziare alla comodità della telefonia mobile, ma un poco di prudenza non guasta , soprattutto quando si tratta di bambini !

 Mi sembrano ragionevoli queste .....

REGOLE IGIENICHE PER L'USO DEL TELEFONINO ! 
  1. - telefonare raramente ed il più brevemente possibile! Sarebbe auspicabile che i bambini  non lo utilizzassero del tutto 
  2. - non tenerlo contro l'orecchio durante la ricerca di comunicazione
  3. - non telefonare in auto, bus e treno: qui l'irradiamento è molto più potente
  4. - tenerlo il più lontano possibile dal corpo durante l'invio di SMS
  5. - durante la comunicazione, tenersi a qualche metro di distanza dalle altre persone poiche’ anch'esse subiscono l'irradiamento
  6. - non tenerlo nella tasca dei pantaloni poichè l'irradiamento può avere effetti nefasti sulla fertilità maschile
  7. - spegnetelo sempre durante la notte. Non depositarlo in prossimità della testa
  8. - non utilizzarlo per i giochi
  9. - gli auricolari non sono inoffensivi. Il filo ha un effetto conduttore per l'irradiamento
  10. - i collegamenti LAN, vale a dire UMTS, provocano un irradiamento ad alto dosaggio

Nessun commento:

Posta un commento