lunedì 8 maggio 2017

Autismo - Aiutiamo il pediatra ad identificarlo presto

L' autismo è un disturbo dello sviluppo cerebrale che coinvolge l'interazione sociale e si manifesta con problemi della comunicazione verbale e non verbale.
I primi segni solitamente si evidenziano entro i due anni di vita del bambino .
Le cause di tale manifestazione non sono del tutto chiare ma intervengono sicuramente fattori  costituzionali e problematiche ambientali acquisite.
E' più corretto parlare di  Disturbi dello Spettro Autistico (DSA o, in inglese, ASD, Autistic Spectrum Disorders), comprendendo tutta una serie di  sindromi che presentano vari livelli di intensità dei sintomi caratteristici: deficit nell'interazione sociale, deficit nella comunicazione, interessi e comportamenti limitati e ripetitivi.

Lo screening viene fatto in genere attraverso delle domande rivolte ai genitori e attraverso l’osservazione diretta dei comportamenti rilevanti.  

La CHAT (Checklist for Autism in Toddlers), messa a punto da Baron-Cohen nel 1992, è lo strumento di screening più conosciuto e combina le risposte dei genitori ad una breve intervista (sezione A composta da 9 item) con le risposte fornite da un professionista (insegnante, pediatra) sulla base di un osservazione semi-strutturata del comportamento del bambino (sezione B: 5 item). La CHAT indaga il livello del pointing dichiarativo, monitoraggio dello sguardo e del gioco condiviso

CHAT – Check list for autism in toddlers
(Baron-Cohen et al., 1992)
Sezione A. Domande ai genitori
1. Al vostro bambino piace essere cullato, fatto saltellare sulle ginocchia? Sì No
2. Vostro figlio si interessa agli altri bambini? Sì No
3. Gli piace arrampicarsi sui mobili o sulle scale? Sì No
4. Si diverte a fare giochi tipo nascondino? Sì No
5. Ogni tanto gioca a far finta di fare il tè, preparare da mangiare o altro? Sì No
6. Ogni tanto usa il dito indice per chiedere qualcosa? Sì No
7. Ogni tanto usa il dito indice per indicare interesse per qualcosa, cioè
indurvi a guardare qualcosa ? Sì No
8. È in grado di giocare in modo appropriato con giocattoli (es. macchinine o mattoncini) oltre che metterli in bocca o manipolarli o
farli cadere? Sì No
9. Il vostro bambino vi porge ogni tanto oggetti per mostrarveli? Sì No
Sezione B. Osservazione del pediatra
1. Durante l’osservazione il bambino vi fissa mai negli occhi? Sì No
2. È possibile ottenere l’attenzione del bambino, indicare poi un oggetto interessante, segnarlo col dito o nominarlo con un “oh, guarda …” e osservare che il bambino effettivamente si giri a guardare ciò che gli è stato indicato? Sì No
3. È possibile interessare il bambino a un gioco di finzione, ad esempio preparare qualcosa da bere o da mangiare? Sì No
4. Chiedendogli “dov’è la luce” o “mostrami la luce”, ripetendo eventualmente la domanda con un altro oggetto conosciuto (es. l’orsacchiotto), il bambino riesce a indicare con il dito e contemporaneamente a guardarvi in faccia? Sì No
5. Riesce a fare una torre? Sì No
Se sì, con quanti cubi? _____ (n. di cubi)
Scoring
  • alto rischio di autismo: insuccessi in A5, A7, B2, B3 e B4
  • medio rischio di autismo: insuccessi solo in A7 e/o B4
  • rischio di diversi disturbi di sviluppo: >3 insuccessi in qualsiasi item
  • nei limiti di norma: <3 insuccessi in qualsiasi item
 Tuttavia, successivamente si è visto che le informazioni della sezione B aggiungevano poche informazioni rispetto alla sezione del genitore e per questo motivo gli stessi autori hanno elaborato uno strumento che considera solo le risposte dei genitori e che potesse essere più sensibile rispetto all’identificazione di fattori di rischio per autismo.
Gli autori hanno creato così la M-CHAT (Modified Checklist for Autism Toddlers) che contiene 23 domande rivolte ai genitori e rappresenta un’estensione della CHAT.
La M-CHAT può essere utilizzata con bambini tra i 18 e i 24 mesi.


M-CHAT
Per favore compili il seguente questionario su come è di solito vostro figlio.
Cerchi per favore di rispondere a ogni domanda.
Se il comportamento è raro (per esempio lo ha visto una o due volte), per favore risponda come se il bambino non lo facesse.
1     Vostro figlio si diverte ad essere dondolato o a saltare sulle vostre ginocchia?    Si     No
2     Vostro figlio si interessa agli altri bambini?     Si     No
3     A vostro figlio piace arrampicarsi sulle cose, come per esempio sulle scale?     Si     No
4     Vostro figlio si diverte a giocare al gioco del CU-CU o a nascondino?     Si     No
5     Vostro figlio gioca mai a far finta? Per esempio fa finta di parlare al telefono o di accudire una bambola o altro?     Si     No
6     Vostro figlio usa mai l’indicare col dito indice per chiedere qualcosa?     Si     No
7     Vostro figlio usa mai l’indicare col dito indice per segnalare interesse in qualcosa?     Si     No
8     Vostro figlio riesce a giocare in modo appropriato con piccoli giocattoli (ad esempio macchinine o cubi) senza soltanto metterli in bocca, o giocherellarci, o farli cadere?     Si     No
9     Vostro figlio vi porta mai degli oggetti per mostrarvi qualcosa?     Si     No
10     Vostro figlio vi guarda negli occhi per più di un secondo o due?     Si     No
11     Vostro figlio sembra mai ipersensibile ai rumori (ad es. si tappa le orecchie)?    Si     No
12     Vostro figlio sorride in risposta alla vostra faccia o al vostro sorriso?     Si     No
13     Vostro figlio vi imita? (Ad esempio se fate una faccia cerca di imitarla?)     Si     No
14     Vostro figlio risponde al suo nome quando lo chiamate?     Si     No
15     Se indicate con il dito indice un giocattolo dalla parte opposta della stanza, vostro figlio lo guarda?     Si     No
16     Vostro figlio cammina?     Si     No
17     Vostro figlio guarda le cose che voi state guardando?     Si     No
18     Vostro figlio fa movimenti insoliti con le dita vicino alla faccia?     Si     No
19     Vostro figlio cerca di attirare la vostra attenzione su una sua attività?     Si     No
20     Vi siete mai chiesti se vostro figlio potesse essere sordo?     Si     No
21     Vostro figlio capisce ciò che dicono le persone?     Si     No
22     Vostro figlio qualche volta fissa lo sguardo nel vuoto o girovaga senza scopo?     Si     No
23     Quando vostro figlio è di fronte a qualcosa di non familiare, vi guarda in faccia per controllare quale è la vostra reazione?     Si     No

Un bambino viene definito a rischio se fallisce tre qualsiasi dei 23 item o due degli item critici,
Gli item critici sono quegli item che indagano il rapporto con i pari, il mostrare, il rispondere al nome, l’attenzione condivisa, l’utilizzo del pointing e l’imitazione.

per approfondire : https://goo.gl/be94Mz

Nessun commento:

Posta un commento