sabato 14 aprile 2012

Crescita e bassa statura







La crescita corporea inizia al momento del concepimento e si conclude con la maturazione sessuale.





Durante il primo anno di vita la crescita è estremamente rapida, con un aumento dell’altezza del 50% rispetto alla nascita. Durante il secondo anno, invece, la velocità di crescita rallenta (1 cm/mese) per poi stabilizzarsi, dopo il secondo anno e per tutto il periodo prepubere, ad una velocità di circa 5 cm l’anno. Nel periodo prepuberale vi è un nuovo rallentamento ma, raggiunti i 10-14 anni, si assiste ad un netto incremento della velocità di crescita (9-10 cm/anno), che rappresenta lo scatto accrescitivo puberale (Growth Spurt). Questo dura all’incirca 2 anni e consente un incremento in altezza di circa 18 cm nella femmina e di fino a 20-25 cm nel maschio. Il Growth Spurt si verifica con un certo anticipo nella donna, rispetto al maschio, e ciò spiega la differenza di altezza finale tra i due sessi in quanto i maschi accelerano la loro crescita partendo da una statura di circa 10 cm superiore.

 





































Per valutare l'accrescimento corporeo il pediatra utilizza dei grafici che rappresentano l'andamento medio della crescita corporea nella fase evolutiva adattati alla nostra popolazione.
Sono realizzati controllando il peso e l'altezza di migliaia di bambini di età diverse e poi dividendo le misure ottenute in modo che una proporzione definita dei bambini campione viene a trovarsi sopra e sotto un definito centile.
In pratica, se un bambino ha una statura che si colloca al 10° percentile, significa che il 10% degli altri bambini appartenenti alla sua stessa popolazione di confronto è più piccolo di lui, mentre il 90% è più alto



Si considera affetto da bassa statura (ipostaturismo) un soggetto con un’altezza inferiore al 3° percentile o con una velocità di crescita (calcolata su un periodo dialmeno 6-12 mesi) inferiore al 25° percentile.
Tuttavia la maggior parte dei bambini che rientra in questi parametri auxologici non presenta necessariamente una patologia, ma semplici deviazioni dal normale ritmo di crescita.

Una curva di crescita che devia notevolmente da un percentile verso un percentile inferiore è più frequentemente indicativa di patologia rispetto ad una curva che si mantiente costantemente su uno stesso percentile, seppur basso. Per questo motivo è importante misurare ripetutamente le altezze del bambino nel tempo.

Per altre informazioni          ------>     bassa-statura-

Nessun commento:

Posta un commento