mercoledì 25 gennaio 2012

La bronchiolite

La bronchiolite è una infezione virale acuta delle vie aeree inferiori, altamente contagiosa.






E’  clinicamente  caratterizzata  da  tachipnea (respiro veloce) ,  rientramenti  della  gabbia  toracica,  attivazione  dei muscoli  accessori,  alitamento  delle  pinne  nasali,  reperto  ascoltatorio  di  sibili  e/o  rantoli
crepitanti,  in un bambino di età  inferiore a 2 anni di vita;  tali sintomi sono preceduti da raffreddore, talvolta febbre, tosse stizzosa ingravescente.







In questo video si nota la tachipnea e l'attivazione dei muscoli accessori:



I  bambini  con  bronchiolite  presentano  respiro  sibilante  (wheezing) 
 ascolta ...



L’agente patogeno maggiormente responsabile di bronchiolite  (più  del  50  %  dei  casi)  è  il  Virus  Respiratorio  Sinciziale  (RSV);






Il virus si localizza a livello delle diramazioni aeree più piccole. All'interno del piccolo lume si accumulano cellule dell'epitelio necrotico insieme a cellule della infiammazione. Contemporaneamente compare edema della sottomucosa e dell'avventizia. Ne consegue una ostruzione delle piccole vie.








 La maggior parte dei bambini può essere curata a casa e solo in alcune condizioni  è necessario il ricovero in ospedale
Comunque la bronchiolite è  la causa più  frequente di ospedalizzazione nel primo anno di vita




La bronchiolite è una malattia autolimitante ed il suo decorso è modificato  in minima parte dalle terapie .

















E’  indispensabile,  innanzitutto, controllare ed eventualmente correggere  lo  stato di  idratazione, di
ossigenazione e nutrizionale del paziente 
Idratazione:  è  raccomandata  l’infusione  di  liquidi  per  via  e.v.,e quindi il ricovero,  se  il  paziente  è  clinicamente disidratato o non assume per os un minimo di 80cc/Kg/die di liquidi
Nutrizione: è raccomandata un’alimentazione regolare, adeguata all’età, sia per apporto calorico
che di liquidi. 

Si  ritiene utile  sottolineare  che  i bambini  cui viene  fatta diagnosi di bronchiolite  lieve  e  che non hanno  bisogno  di  essere  ricoverati,  guariscono  in  genere  senza  complicazioni, ma  la  risoluzione completa dei sintomi può richiedere alcune settimane. 

Nessun commento:

Posta un commento